ASVEA

Associazione Sviluppo Veicoli ad Energia Alternativa
 
logo
CONTATTACI
logo
Per informazioni spedisci una e-mail a:
asvea@popolis.it
MENU
Home
Area riservata (admin)

--SEZIONI--
Download
Documenti
News
Faq
Mercatino
Progetti
La nostra mission
Perchè e come aiutarci


E-SHOPPING
E - COMMERCE

logo
 SPONSOR   
logo









NEWS ASVEA

UNA SUPERBATTERIA CI CAMBIERA' LA VITA
Schiuma di grafite e litio in forma nanometrica sono le chiavi di lettura della tecnologia di questa nuova superbatteria dalla capacità incredibilmente alta.(3.000W/kg o 5800W/l secondo la casa)Capacità tale da modificare i parametri di utilità di apparecchi elettrici compresi i mezzi di trasporto.
Le nanotecnologie hanno permesso la creazione di un nuovo tipo di batteria a ioni di litio, che può fornire cinque volte tanta energia, rispetto alle versioni esistenti. Questa estate la DeWalt di Baltimora, in Maryland, una società che produce utensili elettrici, progetta di iniziare a usarle in una serie di strumenti a batteria, funzionanti a 36 volt. I progressi nel settore comprendono anche un miglioramento nei vetusti accumulatori a piombo-acido. La nuova batteria al litio, sviluppata dalla A123 Systems di Watertown, nel Massachusetts, sulla base del lavoro di Yet-Ming Chiang, ricercatore sui materiali al MIT, non solo è più potente, ma si ricarica anche al 90 per cento della sua capacità in soli 5 minuti e resiste a 10 volte tanti cicli di ricarica, rispetto alle sue controparti convenzionali, afferma l’azienda. La batteria sarà inizialmente impiegata negli attrezzi elettrici professionali, in cui la possibilità di disporre di potenze molto alte è assai apprezzata. Ma la tecnologia potrebbe anche condurre a versioni a batteria di dispositivi che richiedono molta elettricità, come gli aspirapolvere o le falciatrici, e persino ad auto ibride. Chiang ha migliorato la tecnologia delle batterie a ioni di litio, usando le nanotecnologie. Durante le fasi di carica e scarica, le batterie a ioni di litio trasferiscono gli ioni fra i due elettrodi. Diminuire la dimensione delle particelle di litio può aumentare la potenza della batteria, ma può anche favorire la sua tendenza ad esplodere. Chiang ha utilizzato materiali più sicuri, anche se scarsamente conduttivi, impiegando un trucco preso dall’industria dei semiconduttori, quello di ‹‹dopare›› un materiale con tracce di un altro, al fine di renderlo conduttivo. Dopo di ciò ha ridotto la dimensione delle particelle dopate, per rendere più facile l’uscita degli ioni. Forando con un chiodo le batterie così ottenute, afferma l’azienda, non si provoca più la combustione del litio, come in quelle normali, ma solo uno sbuffo di vapore. La nuova tecnologia di questa batteria, per ora è ancora costosa, ma non appena il mercato comincerà ad assorbire questo prodotto che promette anche di essere più ecologico dei concorrenti, vedremo una vera e propria rivoluzione che impatterà ampiamente sul mercato e sulle nostre abitudini

<< INDIETRO